Zona dievole

Zona Dievole

Dievole, un territorio unico

image2

 

Dievole si estende su un’area di 400 ettari nel territorio del Chianti Classico a Vagliagli a circa 12 km a nord di Siena. A partire dal piccolo borgo e dall’antica Villa Dievole che domina la vallata da suoi 450 metri slm, la tenuta scende verso sud/est in morbide colline fino a circa 300 metri slm.

Un lungo viale di cipressi porta al cuore della Tenuta e da lì si apre un panorama squisitamente toscano dove, lungo la fitta rete di strade bianche e grandi boschi si alternano agli ulivi, alle vigne, ai casali. È un paesaggio indimenticabile dove natura, storia, cultura, insieme al lavoro dell’uomo nei secoli, esprimono una bellezza struggente che incanta il mondo.

Qui vino e olio extravergine di oliva vengono prodotti da quasi 1000 anni spesso lottando con un clima tutt’altro che benevolo. Il microclima “chiantigiano” non fa eccezione a Dievole dove infatti gli inverni sono rigidi e spesso nervosi e, dopo alcuni mesi di quiete primaverile, le estati seguono assolate e calde. Solo con la fine di settembre il sole torna dolce e mentre le temperature scendono, lentamente il paesaggio si infiamma con i colori dell’autunno.

Le stagioni e le attività hanno però trovato da tempo a Dievole il loro equilibrio e oggi la tenuta si presenta come un sistema armonico dove la qualità è in ogni gesto.

Il Chianti Classico, sogno toscano

image1

 

Il Chianti Classico è un ampio territorio punteggiato di piccoli borghi tra le città di Firenze e Siena, due vere e proprie capitali della cultura europea. E’ una terra di antiche tradizioni in cui l’uomo ha lasciato testimonianze a partire dagli Etruschi e dove anche oggi l’architettura si esprime con il massimo rispetto.  È anche grazie all’amore dei suoi abitanti, quindi se oggi il nome Chianti Classico evoca un felice connubio tra natura e uomo, tra storia e innovazione, tra terra e poesia, tra tavola e buon vivere.

Famoso in tutto il mondo anche per i suoi tanti prodotti di eccellenza, tra cui spiccano proprio il vino Chianti Classico Docg e, dal 2001, anche l’olio extravergine di oliva Dop Chianti Classico, questo territorio di circa 70.000 ettari, è anche una delle più antiche zone di produzione ufficialmente sancita. I suoi confini di produzione infatti sono stati definiti nel 1716 dal Granduca di Toscana Cosimo III che emanò anche provvedimenti per regolare la produzione, la tutela, la vendita e il nome di quel vino che da secoli qua già si produceva. Il simbolo oggi come allora è il Gallo Nero, a ricordo di una leggendaria disfida tra le due città rivali.