Vigneti e cantina

Vigneti e Cantina

A Dievole l’insieme della terra, del clima e dell’esperienza dell’uomo rende unico il Chianti Classico. Un patrimonio dalla lunga storia che l’azienda ha la responsabilità e il dovere di tramandare alle future generazioni.

Terroir e vigneti

158 ettari di vigneto, situati ad un’altitudine compresa tra i 270 e i 420 metri s.l.m. con terreni che risultano in parte arenacei e in parte limoso argillosi, con ricca presenza di scheletro e marna. Data la vastità dei vigneti, i suoli differiscono sensibilmente da una parte all’altra offrendo ai vini un prezioso mosaico di sfumature.

La netta prevalenza della superficie vitata è assegnata al Sangiovese ma sono presenti anche altri vitigni italiani, tradizionali della Toscana e della zona del Chianti Classico, come il Canaiolo, Ciliegiolo, Colorino e uve a bacca bianca quali Trebbiano e Malvasia del Chianti.

L’obiettivo di Dievole, a partire proprio dal vigneto, è quello di recuperare il carattere dei vitigni storici autoctoni toscani e di trasferirlo nel bicchiere con il massimo rispetto per l’autenticità del terroir e dell’identità della varietà.

mapa
X

Cantina e metodo di produzione

Sullo stile della tipica cantina italiana, dove il valore della tradizione si sposa con la garanzia qualitativa della contemporaneità, ogni passaggio produttivo è fondamentale e merita una grande attenzione a partire dalla vigna fino alla bottiglia. I grappoli entrano nella cantina attrezzata per una produzione di altissimo livello e seguono i processi di vinificazione in Tulipe di cemento grezzo situati sotto una lunga serie di suggestivi archi. L’uso del cemento, grazie alla sua porosità, consente al vino di evolversi in modo naturale mantenendo intatta tutta la freschezza, l’armonia e l’equilibrio.

A seguire la maturazione avviene in botti di rovere francese Allier non tostate per preservare le caratteristiche tipiche del Sangiovese.