il blog di Dievole

Olive Nocellara: un olio tutto da provare

Nocellara. La parola dovrebbe bastare a convincervi – voluttuosa, rotonda e pulsante di mediterraneità. Le olive Nocellara hanno origini antiche e sono rinomate in tutto il mondo per la loro polpa croccante e succosa. Furono i greci a portare questa prodigiosa pianta in Sicilia nel VIII secolo a.C. e da allora ha conquistato molti palati. Vi abbiamo forse incuriositi? Volete sapere qualcosa di più sull’olio extravergine d’oliva monocultivar Nocellara?  Ecco perché dovreste provarlo!

Un frutto prodigioso

Le materie prime sono fondamentali quando si tratta di creare un olio d’oliva d’autore e le olive nocellara sono particolarmente apprezzate per la loro versatilità. Come frutto, si accompagna perfettamente ad un dry martini a fine giornata e può essere servito in insalate o taglieri di salumi misti e formaggi. Ad alcuni piace sgranocchiarlo nella sua versione in salamoia, uno snack gustoso e salutare. Appena franto, rilascia fragranze suggestive che si sposano perfettamente a piatti di pesce, pasta e zuppe di verdure. Il nostro oleologo Marco Scanu consiglia di usarlo per insaporire le vostre panzanelle estive – segnatevelo in agenda per l’anno prossimo! L’olio extravergine d’oliva Nocellara è anche ottimo per friggere grazie alla sua stabilità chimica.

Le olive Nocellara fanno bene!

Le olive Nocellara sono ricche di bontà mediterranea e fonte di numerosi benefici per la salute. Facili da digerire, aiutano l’organismo ad assorbire vitamine essenziali come A, D e K conosciute per i loro effetti positivi per la vista, la belle e le ossa. Le forti caratteristiche antiossidanti delle olive Nocellara aiutano a combattere l’invecchiamento cellulare. La loro forma armoniosa racchiude il sole e la brezza marina del sud Italia.

Il raccolto di quest’anno

Dievole coltiva le olive Nocellara nelle sue terre in Basilicata, precisamente nelle aree dell’entroterra di Rosaneto e San Giorgio Lucano. Seguendo il metodo tradizionale della “brucatura”, i frutti vengono raccolti a mano, messi in contenitori sigillati e trasportati in camion refrigerati nel comune Chiantigiano di Pianella, dove si trova il nostro frantoio. Non molti sanno che Dievole coltiva due varietà “sorelle” di Nocellara: la Nocellara di Belice e la Nocellara Messinese (Come avrete intuito, i nomi derivano dai luoghi in di provenienza, Belice e Messina). La Nocellara Messinese è una varietà più rara, conosciuta per i bassi livelli di acidità e il colore scuro dai riflessi violacei. La Nocellara di Belice è l’unica varietà di oliva Italiana ad aver due denominazioni di origine protetta (da olio e da mensa) e quando matura tende a tingersi di toni rossastri. Nell’olio extravergine d’oliva monocultivar di Dievole le due varietà vengono mescolate, dando così vita ad un olio lievemente piccante e straordinariamente completo. Il raccolto solitamente avviene tra i mesi di Settembre e Novembre e anche se quest’anno non è stato particolarmente abbondante la qualità sarà sicuramente eccelsa.