il blog di Dievole

Natale in Toscana: i cinque mercatini da non perdere

Non c’è nulla di più affascinante dell’unire una tradizione universalmente riconosciuta come il Natale a identità locali forti e riconoscibili, specialmente se si parla dell’Italia e delle sue regioni, nell’ambito delle quali, per innumerevoli ragioni, la Toscana occupa un posto di riguardo. Indipendentemente dalle stagioni, la sua storia, le sue tenute le sue città e il suo paesaggio restano sempre attrazione affascinante e apprezzata. L’effetto fiabesco del Natale arricchisce il già intenso panorama di culture e tradizioni che da sempre identifica la terra di Firenze. Artigianato ed enogastronomia locale sono le colonne portanti di una manifestazione tipica di questo magico momento dell’anno: i mercatini di Natale. Caldarroste, Chianti panforte o befanini vi accompagneranno lungo surreali passeggiate fra luci, presepi e piacevoli suggestioni storiche che contaminano i vicoli di ogni borgo, dal nord al sud della Toscana.

 

 

WEIHNACHTSMARKT, Firenze

Piazza Santa Croce diviene palcoscenico di un coloratissimo mercatino natalizio composto di circa cinquanta espositori di legno con luminose decorazioni, oggetti da regalo e fragranti specialità ideali da gustare nel freddo clima invernale. Trovate il meglio della tradizione natalizia tedesca: dolci, hot-dog, vin brulé e birra associati a prodotti più particolari dell’artigianato e della gastronomia, come le ceramiche di Bunzlau e i biscotti speziati di Lebkuchen.

MERCATO DEL CAMPO, Siena

Il 2 e il 3 dicembre Piazza del Campo rivive la fiaba del medioevo con una vera e propria rievocazione del Mercato Grande che si svolgeva a Siena nel XIV secolo. Alle bancarelle dedicate ad attività tipicamente medievali (rilegatura dei libri, tessitura con antichi telai, restauro di mobili) sono affiancati espositori di prodotti tipici dell’enogastronomia toscana (la cinta, l’olio extravergine d’oliva il pecorino) e oggettistica realizzata dall’artigianato locale, fra cui ceramiche artistiche, elementi in ferro battuto e manufatti di cartotecnica.

VILLAGGIO TIROLESE, Arezzo

Il Tirolo arriva direttamente in Piazza Grande, gestito da operatori del settore provenienti da Salisburgo e Francoforte. Piccole casette di legno espongono prodotti tipici del Tirolo: dalle stelle alpine alle tovaglie, dai brezen agli spatzle e panini col formaggio fuso. Una grande baita centrale attrezzata per la ristorazione ripropone la rustica atmosfera delle taverne di montagna, mentre nel Palazzo della Fraternita dei Laici è allestita la Casa di Babbo Natale, con spettacoli, laboratori e intrattenimento dedicati ai visitatori più piccoli.

IL PAESE DI BABBO NATALE, Chianciano

La celebre località termale a Natale si veste da parco tematico per grandi e piccoli, facendo rivivere la magia di Babbo Natale e i suoi piccoli aiutanti. Oltre alla passeggiata d’ordinanza fra le bancarelle, potete dedicarvi ad attività natalizie grazie a una pista di pattinaggio su ghiaccio, il trenino che accompagna lungo le vie di Chianciano e il Mondo delle Fiabe, con i personaggi delle celebri storie Disney pronti ad allietare i visitatori.

FIERA DI NATALE, Forte dei Marmi

In occasione del Natale, anche questa famosa meta turistica estiva si veste di luci e colori. Nel mese di dicembre decine di espositori apriranno i battenti alle esigenze di tutti gli amanti dello shopping natalizio: arredamento, giocattoli, addobbi, bigiotteria e idee regalo di qualità. Per qualche giorno molti artigiani e commercianti espongono la loro merce nel Parco di Villa Bertelli nella frazione di Vittoria Apuana, che in occasione delle feste natalizie intensifica il sapore rustico dalle tinte country del paese. La bellezza del parco è esaltata da installazioni di luminarie artistiche, mentre concerti e spettacoli itineranti animano le giornate e intrattengono piacevolmente gli ospiti.