il blog di Dievole

Un viaggio tra eccellenze culinarie: pizza, olio d’oliva e molto altro

Tra le verdeggianti balze collinari sfiorate dall’oro dell’estate, Dievole  ha recentemente ospitato la presentazione del libro “La Buona Pizza” evento culminato con una serata di degustazioni votata alle eccellenze culinarie dello stivale. Dievole è tra i fieri sponsor di questo delizioso (in tutti i sensi) volume dedicato ad uno dei piatti più iconici della cucina Italiana: la pizza.

Il ritrovo era fissato per le 17.30 nel borgo medievale della nostra proprietà, dove già dal giorno prima era stato acceso il grande forno del diciannovesimo secolo, monitorato dagli espertissimi Davide Fiorentini e Matteo Tambini della pizzeria gourmet O’ Fiore Mio di Faenza. Con il panorama mozzafiato delle colline del Chianti come sfondo, si è tenuto un interessante incontro moderato dal giornalista Andrea Cappelli, che vedeva protagonisti le scrittrici del libro.

La Buona Pizza vuole essere una sorta di itinerario tra eccellenze culinarie scritto dalle food writer Tania Mauri e Luciana Squadrilli, corredato dalle preziose fotografie di Alessandra Farinelli. Testi ed immagini catturano l’essenza più vera di 10 pizzaioli italiani e delle loro ricette uniche. Da questo viaggio è venuta alla luce una rete che riunisce pizzaioli, produttori e fornitori in una ricerca dedicata alla riscoperta, valorizzazione e reinvenzione del concetto della pizza.

Durante la tavola rotonda con i giornalisti anche Dievole ha partecipato in veste di produttore, parlando del rispetto per il territorio e gli ingredienti naturali usati nella preparazione dei nostri vini ed oli d’oliva.

È stato un vero piacere ospitare anche alcune delle eccellenze culinarie che contraddistinguono le pizze di Davide e Matteo, ingredienti sopraffini che abbiamo potuto finalmente degustare dopo l’incontro, a partire dalla saporitissima mozzarella del Caseificio Il Casolare di Mimmo La Vecchia, venuto da Caserta appositamente per l’evento, ai sottoli speciali de I Sapori di Corbara e L’Orto di Lucullo. Oltre ai vini Dievole, v’era anche un angolo degustazione allestito con le ottime birre artigianali della Birra del Borgo.  Dopo questo inebriante aperitivo a base di assaggi e paradisiaci triangolini di pizza preparata con pasta madre e farine antiche, i nostri ospiti si sono goduti un meritato riposo alla luce del tramonto, la luce calda e carezzevole tra i rami del nostro oliveto. A cena gli invitati si sono potuti accomodare al lungo tavolo allestito nel nostro giardino, dove è stato servito un menù degustazione ideato dalla nostra Chef Monika Filipinska: tartare, risotto ai peperoni con gelato di formaggio caprino, coniglio in porchetta, coronato da un dessert leggero a base di prugne di Faenza e gelato al basilico ed acetosella.

Siamo fieri di aver avuto un ruolo così centrale in questa piacevolissima serata dove l’atmosfera si è colorata di risate ed allegria conviviale, dove gli ospiti hanno potuto liberamente esplorare insieme importanti tematiche come cibo, scambio, qualità e dell’importanza di fare rete. Le scrittrici de “La Buona Pizza” hanno voluto dedicare un libro ad una tradizione – non un trend – che vede l’Italia ancora appassionata ed attaccata ai doni di madre natura, doni che noi stessi siamo felici di condividere con coloro che vogliono offrirsi il meglio. Cosa si potrebbe mai volere di più?