il blog di Dievole

Visitare Bolgheri: Sole, Mare & Vino

Bolgheri. Qual è la prima cosa che vi viene in mente quando vi capita di ascoltare questa parola? Probabilmente il vino, visto che questa zona è diventata famosa per i suoi Supertuscan. Ma ci sono anche il sole, il mare e l’atmosfera a rendere questo terroir così particolare.

Bolgheri DOC, in quanto regione vinicola, prende il nome dal principale borgo dell’entroterra di questa zona. La maggior parte degli Italiani associano Bolgheri con una poesia di Giosuè Carducci – il primo Premio Nobel per la Letteratura in Italia – che visse a Bolgheri tra il 1838 al 1848. “Verso San Guido” inizia con:

I cipressi che a Bólgheri alti e schietti
Van da San Guido in duplice filar,

Carducci scrisse queste righe mentre viaggiava in treno verso la costa riflettendo sulla sua infanzia e i giochi puerili su questa elegante strada fiancheggiata dagli alti cipressi. Al giorno d’oggi, invece, la stessa è attraversata da un traffico moderato e dai turisti che con ammirazione fotografano le secolari piante mentre si incamminano verso quelli che furono i cancelli di ingresso alla città.

Una delle particolari strade di Bolgheri | Foto di Alexandra Korey

L’enoturismo è essenzialmente l’industria principale, e le due strade sono popolate da turisti, wine bar e qualche negozio. Numerose panchine fiancheggiano la strada, rendendo Bolgheri un buon posti per rilassarsi e godersi la vita in una piccola cittadina.

World Wine Town | Foto di Alexandra Korey

Fuori città, un luogo utile per iniziare a conoscere il vino di Bolgheri è il World Wine Town’s MUSEM Bolgheri, un museo aperto di recente appartenente a un’ampia rete di musei completamente dedicati al vino e sparsi su tutto il territorio nazionale. Situato in una fattoria del 16 ° secolo appartenuta alla famiglia Della Gherardesca, si tratta di una vera e propria esperienza multimediale che porta il visitatore alla scoperta della storia del vino attraverso schermi cinematografici e presentazioni olografiche. Il wine bar e lounge area dispone di una ampissima selezione di vini, disponibili in distributori self-service a un prezzo di circa € 5 a bicchiere.

Castagneto Carducci condiviso da Elisabeth.Skene su Flickr

Castagneto Carducci si trova su una collina che sovrasta molti dei vigneti DOC Bolgheri. Il nome del borgo si riferisce alle castagne (castagni), mentre la parte “Carducci” fu aggiunta nel 1907 in onore del famoso poeta, nell’anno in cui morì; egli visse a Castagneto per 11 mesi subito dopo i 10 anni trascorsi a Bolgheri. Nella sua casa sono stati creati un archivio storico e un museo, con orari di apertura piuttosto intermittenti. 

Castagneto Carducci, foto di Marco Badiani

Castagneto Carducci è un po’ più grande di Bolgheri, con più di 9000 abitanti, molti ristoranti, negozi e una piacevole vita notturna, sopratutto in estate. Le sue strade collinari erano un tempo dimora della famiglia Della Gherardesca, sovrani medievali di molti borghi in questa zona della Maremma, il cui castello e chiesa annessa rappresentavano il fulcro di questa piccola cittadina.

San Vincenzo, foto di Marco Badiani

Nonostante il vino di Bolgheri rappresenti la fonte principale per il turismo in questa zona, subito dopo c’è il mare. Le famiglie adorano San Vincenzo, con le sue acque incontaminate e le spiagge sabbiose, facilmente raggiungibili dal paese. Ancora più vicino a Castagneto Carducci si trova Marina di Castagneto, anch’essa ricca di spiaggia sabbiose e bellissimo mare.

Dove fare acquisti a Bolgheri

Villa Toscana a Bolgheri | Foto di Alexandra Korey

Both Bolgheri and Castagneto Carducci have a number of quaint shops. We recommend choosing truly local souvenirs, which, other than buying a case of wine or other edibles, might include olive wood boards, fine linens or artisan scents. A lovely collection of these can be found at Villa Toscana (on Bolgheri’s Strada Lauretta). For fruits and vegetables kissed by the salty air, drive down the Strada Provinciale Bolgherese – where you’ll see vines on either side owned by some of the biggest names in wine today – to find some local stands selling these little jewels ideal for a summer snack.

Sia Bolgheri che Castagneto Carducci hanno un buon numero di negozi caratteristici. Vi suggeriamo di optare per i negozi locali che, oltre al vino o altri prodotti alimentari, potrebbero avere anche bellissimi taglieri in legno di ulivo, biancheria pregiata o profumi artigianali. Villa Toscana (sulla Strada Lauretta di Bolgheri) dispone di un assortimento veramente ricco e interessante. Per la frutta e la verdura, sulla Strada Provinciale Bolgherese si trovano moltissimi chioschi e piccoli negozi – e non perdetevi lo spettacolo delle vigne allineate in entrambi i lati della strada. 

Dove e Cosa assaggiare a Bolgheri

Questa zona, come gran parte della Maremma, tende ad essere un paradiso per gli amanti della carne, con sapori forti come il cinghiale e gli stufati, che si accompagnano perfettamente ai vini Supertuscan. Ma la vicinanza al mare permette di assaggiare anche dei deliziosi piatti a base di pesce abbinati a dei freschi vini bianchi, come il Vermentino di Tenuta Meraviglia, azienda parte del gruppo Dievole di proprietà di Alejandro Bulgheroni Family Vineyards.

Enoteca Tognoni | foto di Alexandra Korey

A Bolgheri, Enoteca Tognoni è una meravigliosa enoteca aperta sia a pranzo che a cena (qui potete trovare tutti i nostri vini) con un’ottima selezione di etichette in varie fasce di prezzo. Da “Bolgheri ti amo” offre deliziosi gelati stagionali, preparati con ingredienti naturali. Sulla strada tra Bolgheri e Castagneto si trova invece Bolgheri Green (Podere Arduino) di Fabrizio Bartoli, che trasforma le verdure in deliziosi piatti vegetariani nella cucina esterna, mentre gli ospiti si godono la leggera brezza della Maremma sui pouf e le piccole poltroncine. La Pineta di Zazzeri (Marina di Bibbona) offre invece una cucina innovativa, degna della stella Michelin che ha ottenuto recentemente.